ilgrandetsunami

aprile 30, 2015

In sala il genere catastrofista: se non salvi il governo muori ( @AlRobecchi )

Filed under: Uncategorized — Pier Luigi Zanata @ 2:57 pm

Contro*Corrente

175di Alessandro RobecchiIl Fatto Quotidiano 30-4-2015

La filmografia italiana si arricchisce ogni giorno di nuovi generi, filoni, deviazioni stilistiche, innovazioni, remake. Archiviato per sempre il filone cochon e porno soft dell’era “cene eleganti”, si era imposta la corrente grigista-noiosista dei tecnici. Accolta con entusiasmo spropositato solo perché il caposcuola portava il loden, fu abbandonata dal pubblico assai rapidamente. La rapida ascesa del filone giovanil-ottimista fece poi sperare in un rinnovamento del cinema italiano. Camicie bianche, un po’ di paccottiglia finto moderna, retorica della rottamazione, citazioni pop con il famoso metodo “a cazzo”. Insomma, sembrava una scossa, anche se i critici più avvertiti dicevano che, pur con attori nuovi, restavano vecchi film. Ora, primavera 2015, si assiste a un moltiplicarsi dell’offerta nelle sale. Se da un lato continuano ad avere qualche seguito le sceneggiature con il lieto fine – non ci sono più i precari, il paese cresce, il…

View original post 409 altre parole

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: