ilgrandetsunami

maggio 13, 2015

LAVORO, IL CAOS DATI (VOLUTO) CHE PREMIA SEMPRE IL GOVERNO (Carlo Di Foggia)

Filed under: Uncategorized — Pier Luigi Zanata @ 9:23 am

Triskel182

lavoroÈ passata un’era da quando Elsa Fornero accusava l’Inps di non fornirle i dati precisi sugli esodati: “Il lavoro che cresce è più stabile. Non solo grazie alla decontribuzione ma anche al contratto a tutele crescenti”. Matteo Renzi? No, Tito Boeri, presidente Inps voluto dal premier, che ha così twittato. E subito Renzi ha rilanciato il commento. Boeri è anche il primo teorico – insieme a Pietro Garibaldi (nominato da Boeri all’Inps “responsabile scientifico” del programma “VisitINPS Scholars”) – del nuovo contratto a tutele crescenti su cui è centrato il jobs act.  I NUMERI. Lunedì l’Inps ha comunicato – attraverso l’Osservatorio sul precariato creato da Boeri – che nei primi tre mesi dell’anno ci sono stati 203 mila nuovi contratti stabili in più rispetto allo stesso trimestre del 2014 (+24%).

View original post 625 altre parole

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: